Si estendono fino al 31 dicembre 2023 le misure per ridurre i costi dell’energia elettrica e del gas per le famiglie economicamente svantaggiate, con un reddito ISEE fino a 15.000 euro o fino a 30.000 euro per famiglie con 4 figli o membri con gravi problemi di salute.
L’obiettivo è quello di mantenere una riduzione del 30% sulla bolletta dell’elettricità e del 15% su quella del gas rispetto alle tariffe attuali. Inoltre, si eliminano i costi aggiuntivi per il gas naturale e si riduce l’aliquota IVA al 5% per l’uso civile e industriale del gas metano, i servizi di teleriscaldamento e l’energia termica prodotta con gas metano.

Viene previsto, in aggiunta, un contributo straordinario per le spese di riscaldamento di ottobre, novembre e dicembre 2023, che varierà in base alle dimensioni della famiglia, seguendo i criteri del bonus sociale. L’Autorità di Regolamentazione per Energia Reti e Ambiente (Arera) stabilirà l’importo del contributo in base ai consumi previsti. La spesa massima prevista per questo contributo è di 300 milioni di euro nel 2023.

Per approfondimenti, si rimanda all’articolo completo di RaiNews.